Festeggiando l’inverno insieme a GIUI

Un anno fa scrivevo uno dei Post più lunghi di sempre (se avete voglia di leggerlo lo trovate qui).
Non era stato pianificato, ma le parole che ho lasciato su quella pagina web, sono ancora profondamente sincere. Attaccate strette a me e cambiate di neanche mezza virgola.
Voleva essere un tentativo per cercare, almeno con la scrittura, di fermare i miei nuovi obbiettivi e i sogni che volevo accompagnassero il nuovo anno.
Senza rendermene conto invece è diventato il Manifesto da consultare prima di accettare un lavoro, una collaborazione, un nuovo impegno a metà tra passione e professione.

Di questo anno che sta che concludersi mi porto dietro molte cose belle, amicizie più strette e importanti che mai e nuove consapevolezze che scelgo di proteggere con cura.
La cosa che più mi rende felice però è sicuramente quella di non essere sola in questo Giardino, ma circondata con sempre grande entusiasmo anche da Stylists di fama internazione, illustratori fantastici, artigiani bravissimi e talenti dagli sguardi sensibili. Che amano ritrovarsi qui insieme a me, per parlare a voi, facendosi conoscere, raccontandosi al meglio, condividendo le loro esperienze e speranze.
Anche per il prossimo anno, il traguardo che mi sono data sarà riempire non solo il Blog, ma anche le mie personali giornate di anime belle, dal cuore capace di custodire arte e bellezza.
Quindi eccomi qui, a scrivere questo Post per darvi l’arrivederci al nuovo anno ma anche per accogliere a braccia aperte l’Inverno e le magie che ci regala.
Le lucine e le tavolate strette, i maglioni caldi ad abbracciare le giornate da passare in casa.
L’attesa della neve, i cioccolatini da finire, la luce silenziosa che cerca di ritornare, tra le strade e nel cielo.

Come non chiedere alla mia cara amica GIUI di passare da qui, regalandoci le sue foto e il suo sguardo ricco di poesia e straordinaria sensibilità, per festeggiare insieme l’arrivo di una stagione che sembra buia ed invece ci accompagna verso la Primavera?
Di lei amo il suo talento, ma soprattutto la meravigliosa capacità di far battere forte il cuore.
La sua è un’anima gigante. Ingenua e saggia come poche. Autentica ed esplosiva. Scintillante che la vedi arrivare da lontano, anche se cerca di nascondersi appena può.
GIUI, che è un cuore ribelle e sdolcinato come il mio. Che è Poetessa di attimi fuggenti, ordinari ed eterni. Che riempie di sapienza ogni conversazione che puoi avere con lei. Che la incontri per un attimo e, subito dopo, hai voglia di leggere almeno 3, dei libri stupendi che ha citato.
A lei, che mi ha ricordato perchè leggevo Hillman, cosa amavo dell’antica Grecia, cosa significa per me la Bellezza fatta di Etica e senso di responsabilità. Che mi ha dato un passaggio all’aereoporto e io invece l’avrei perso volentieri quel volo, per restare a parlare ancora. E ancora.

Di come la rete abbia cambiato le nostre vite, di come ci abbia permesso abbracci virtuali più forti e appiccicosi che neanche con le amiche delle medie (credetemi può succedere eccome!).
Di quanto le passioni ci facciano bruciare da soli a volte ma poi, altrettante volte, ci permettono di fondere giornate indimenticabili insieme ad altri cuori. Di tutto questo si parla ancora troppo poco, secondo me. Molto spesso con altri scopi.
Si parla di strategia, business e coaching e planning e influencer marketing e ancora mille altre parole ma poi, parliamo mai veramente a noi stessi? O in fondo vogliamo soltanto che si parli di noi?
Che vogliamo svoltare le nostre vite, che curiosiamo quelle degli altri, che non ci vergogniamo più della nostra faccia sempre riflessa, che ci perdiamo momenti reali che non torneranno mai più.

All the photos are property of GIUI

Non voglio che questa diventi la mia routine. Il mio modo di osservare il Mondo e chi mi circonda.
Voglio donare più Valore e Realtà tangibile ai miei giorni. Alle persone che amo. Ai progetti che seguo. Voglio tornare a guardare più spesso in alto, come ho fatto per anni, sognando il presente che vivo oggi. Tra le nuvole, e le stelle, chiudendo gli occhi per paura di un desiderio troppo grande.

A Giui, ma anche a voi, che mi spingete a superare la mia timidezza, la voglia di restare silenziosa in questo gran rumore che fanno tutte le Stories e i vari bla bla bla che non contengono nulla che faccia battere il cuore. Grazie.
Mille volte grazie per essere parte del miglior cambiamento che potessi mettere in atto, motivata come non mai. Migliorare me stessa per migliorare tutto il Mondo che mi circonda.
Io ho deciso che ne vale veramente la pena. E continuerò a farlo, senza esitazione mai.
L’augurio che faccio a me, a voi, è quello di tornare ad alzare più spesso la testa.
Per provare a credere in qualsiasi piccolissima cosa che sappia illuminare una giornata triste. Un momento difficile. Oltre qualsiasi buio, questo nostro Tempo su questo pianeta blu, resta una possibilità immensamente preziosa per costruire, ogni giorno, la Meraviglia delle piccole cose.

Autore dell'articolo: marypop-it